Argento di Luca Dotto nei 50 stile libero, il video della gara

Luca Dotto ha vinto la medaglia d’argento nei 50 stile libero ai Mondiali di nuoto a Shanghai. Dopo una partenza non esaltante, Dotto è riuscito a recuperare e a chiudere alle spalle del brasiliano Cesar Cielo Filho. Ha chiuso in 21″90, nuovo primato italiano senza costume gommato, a 8 centesimi dal record nazionale assoluto con il costumone stabilito da Marco Orsi il 6 marzo 2009 a Riccione (21″82). L’azzurro ha nuotato in corsia 6, tra il primatista mondiale Cesar Cielo Filho che ha vinto la gara in 21″52 e il sudafricano Gideon Louw, finito ottavo con 22″11. Terzo il francese Alain Bernard con 21″92.
“Non riesco ancora a capire quello che ho fatto – racconta Dotto -. E’ incredibile! Non preparo nemmeno i 50 stile, alleno solo i 100. I 50 mi escono così, di natura. E si vede anche perché in vasca ero quello con meno fisico. Alla medaglia confesso di averci pensato, e anche la mia famiglia mi aveva detto di crederci e di non fare lo stesso errore che avevo fatto nei 100 (chiusi al 7° posto). E allora ho deciso di crederci e di puntare al podio, non alla prestazione. Mi è scappato il braccio in acqua nei primi metri, ho imprecato sott’acqua, però ero vicino a Cesar Cielo e allora ho capito che andavo bene. Non pensavo di riuscirci, ma ce l’ho fatta. Non sono uno di quelli dediti alla fatica, e chi si allena con me sa che a olte sono un po’ pigro e mi lamento. Ma ho la fortuna che le cose mi escono naturalmente. Ogni volta riesco a fare un passetto avanti e quando conta ci sono. E’ andata così anche stavolta. Sono senza parole, non immagino nemmeno quanto siano impazziti i miei familiari e i miei amici che mi stanno guardando a casa. Una dedica? La medaglia è per i miei genitori, che hanno fatto tanti sacrifici per permettermi di essere qui. Ma la dedico anche a parenti, amici e alla mia fidanzata Rossella. E’ tutta per voi!”.

Il video della medaglia d’argento di Luca Dotto nella gara dei 50 metri stile libero ai Campionati Mondiali di nuoto di Shanghai:

Fonte video: youtube.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *