Nuoto, Shanghai 2011: quarto oro per Ryan Lochte, Italia ottava nella 4×200 sl

FINALE DONNE 100 SL – Secondo caso di oro ex aequo ai Mondiali di nuoto di Shanghai. Nella gara dei 100 stile libero donne, la bielorussa Aliaksandra Herasimenia e la danese Jeanette Ottesen hanno chiuso entrambe la gara con il tempo di 53”45. Terzo posto, e medaglia di bronzo, per l’olandese Ranomi Kromowidjojo. Il precedente caso di ex aequo si era avuta nella gara dei 100 dorso uomini, dove l’oro è andato ai francesi Jeremy Stravius e Camille Lacourt.

FINALE UOMINI 200 DORSO – Terzo oro individuale per Ryan Lochte ai Mondiali di nuoto di Shanghai. Lo statunitense si è imposto nella gara dei 200 dorso, dominando una finale che ha visto l’azzurro Sebastiano Ranfagni chiudere settimo, con il nuovo record personale (1’57”49). La medaglia d’argento è stata conquistata dal giapponese Ryosuke Irie, il bronzo dall’americano Tyler Clary.

FINALE DONNE 200 RANA – La statunitense Rebecca Soni ha vinto la medaglia d’oro nei 200 rana. L’argento è andato alla russa Yuliya Efimova, il bronzo alla canadese Martha McCabe. Con questo successo la Soni, campionessa olimpica della specialità, ha centrato a Shanghai la doppietta sui 100 e 200 rana.

FINALE UOMINI 200 RANA – L’ungherese Daniel Gyurta ha vinto la medaglia d’oro nei 200 rana uomini con il tempo 2’08”41, superando negli ultimi metri di gara il campione olimpico giapponese Kosuke Kitajima che ha fermato il cronometro sui 2’08”63. Bronzo per il tedesco Christian Vom Lehn con il tempo di 2’09”06.

FINALE UOMINI STAFFETTA 4X200 SL – Gli Stati Uniti (Michael Phelps, Peter Vanderkaay, Richard Berens, Ryan Lochte) hanno vinto la medaglia d’oro nella staffetta 4×200 stile libero in 7’02″67, ma hanno dovuto faticare contro una Francia strepitosa, argento in 7’04″81. La squadra francese ha dato del filo da torcere agli americani, grazie ad Agnel, Mallet, Stravius e Gilot, che sono rimasti in gara fino all’ultima frazione di Ryan Lochte, al quarto oro in questi Mondiali e al secondo oggi. Medaglia di bronzo ai cinesi padroni di casa. Il quartetto azzurro (Gianluca Maglia, Filippo Magnini, Marco Belotti e Samuel Pizzetti) ha chiuso all’ottavo posto in 7’12”56.
“Non abbiamo migliorato, ma forse siamo stati l’unica squadra che ha rischierato tutti gli atleti – le parole di Filippo Magnini – La mattina è stata tosta da recuperare. Sapevamo di non avere grandi possibilità, ma eravamo partiti da zero, siamo la quarta nazione europea. Abbiamo difeso l’indifendibile. Penso sia un ottimo punto di partenza, se si pensa che non dovevamo neanche partecipare. Io ero morto e alla fine eravamo un po’ fuori gara. Credo di aver chiuso il mondiale con due staffette importanti. Un mondiale da incorniciare per il mio progresso.”

SEMIFINALI UOMINI 50 SL – Nelle semifinali dei 50 stile libero Luca Dotto ha ottenuto il quarto tempo di 21″97 qualificandosi per la finale di domani e Marco Orsi l’undicesimo tempo di 22″13 restandone escluso. Il più veolce è stato il brasiliano Bruno Fratus con 21″76, davanti al connazionale e primatista mondiale Cesar Cielo Filho con 21″79. Sia Dotto che Orsi hanno stabilito i record personali: il precedente di Dotto era 22″04 e il precedente di Orsi 22″18.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *