Nuoto, Shanghai 2011: record del mondo di Lochte nei 200 misti, Dotto settimo nei 100sl

FINALE MASCHILE 200 MISTI – Lo statunitense Ryan Lochte ha vinto la medaglia d’oro dei 200 misti ai Mondiali di nuoto di Shanghai, stabilendo con 1’54”00 il nuovo record mondiale sulla distanza, 10 centesimi in meno del precedente primato, che era stato conquistato dallo stesso Lochte ai Mondiali di Roma di due anni fa. E’ il primo record del mondo che cade dopo il divieto dei vecchi costumi. Secondo posto e medaglia d’argento per il connazionale Michael Phelps (1’54”16), terzo e medaglia di bronzo l’ungherese Laszlo Cseh (1’57”69). Fuori dal podio il britannico James Goddard (1’57”79), seguono l’austriaco Markus Rogan (1’58”14), il brasiliano Thiago Pereira (1’59”00), l’australiano Kenneth To (1’59”26) e il giapponese Yuya Horihata (1’59”52).

FINALE 100 STILE LIBERO – Nella piscina dell’Indoor Stadium dello Shanghai Oriental Sports Centre l’australiano James Magnussen ha vinto con il tempo di 47”63 la medaglia d’oro nei 100 stile libero. Medaglia d’argento per il canadese Brent Hayden (47”95), che torna sul podio dopo aver condiviso il titolo mondiale con Filippo Magnini nel 2007. Terzo posto per il francese William Meynard (48”00). Fuori dal podio in 48″01 (22″63) il campione mondiale e primatista mondiale in 46″91 Cesar Filho Cielo. Settimo posto per Luca Dotto in 48”24, ovvero primato personale, 20/100 in meno del 48″44 delle semifinali e sesto tempo italiano all time, secondo con il costume in tessuto alle spalle del 48″12 con cui Filippo Magnini conquistò la medaglia d’oro a Montreal 2005.
“Questa è stata la mia prima finale iridata in vasca lunga. Ho scoperto cosa significa – ha dichiarato Luca Dotto -. Il boato della gente, il viso tirato di tutti noi finalisti. Le pressioni che precedono. E’ stata un’emozione intensa, che forse mi ha condizionato un po’. Ma ora so che significa e non vedo l’ora di riprovarci. Il campo sfidanti è aperto. Dal bando dei costumi gommati i 100 sono tornati ad essere la gara dei dettagli e del sacrificio. Il mondo del nuoto si sta evolvendo e io con lui. Ci sarò anche in futuro”.

FINALE FEMMINILE 200 FARFALLA – La cinese Jiao Liuyang ha vinto col tempo di 2’05”55 la medaglia d’oro dei 200 farfalla. Secondo posto e medaglia d’argento la britannica Ellen Gandy (2’05”59), terza e medaglia di bronzo l’altra cinese Liu Zige (2’05”90). Jessicah Schipper, vincitrice degli ultimi due Mondiali, ha fallito il tris senza rimpianti: il suo 2’06”64 è l’ultimo tempo della finale.

FINALE FEMMINILE 50 DORSO – La russa Anastasia Zueva ha vinto con il tempo di 27”79 la medaglia d’oro dei 50 dorso. Sul podio anche la giapponese Aya Terakawa, argento in 27”93, e la statunitense Melissa Franklin, bronzo in 28”01.

FINALE STAFFETTA FEMMINILE 4X200 STILE LIBERO – Gli Stati Uniti hanno vinto con il tempo di 7’46”14 la medaglia d’oro nella 4×200 stile libero donne, grazie a Missy Franklin, Dagny Knutson, Katie Hoff e Allison Schmitt. La Frankling ha abbassato il suo primato personale nuotando con uno strepitoso 1’55”06 (la Pellegrini ha preso l’oro sui 200 in 1’55”58…). 1’57”18 per la Knutson, 1’57”41 per la Hoff, e infine l’1’56”49 della Schmitt, per un totale di 7’46”14. Argento per l’Australia (7’47”42), bronzo alla Cina (7’47”66). L’Italia era stata eliminata in batteria con il 13/o tempo, malgrado l’inserimento di Federica Pellegrini. Alice Mizzau (2’01”88), Federica Pellegrini 1’58”08, Alice Nesti 2’00”40 e Renata Fabiola Spagnolo (2’02”33) hanno chiuso in 8’02”69, fermandosi a 39/100 dalla qualificazione alle Olimpiadi di Londra 2012. “Credo molto in questo gruppo – ha dichiarato Federica Pellegrini – Il prossimo anno affronteremo più collegiali insieme. L’obiettivo è crescere in fretta. Sono sicura che, se resisteranno ai miei ritmi e alla mia intensità di lavoro, compieranno il salto di qualità”.

SEMIFINALI MASCHILI 200 DORSO – Sebastiano Ranfagni si è qualificato per la finale dei 200 dorso, in programma venerdì. L’azzurro ha fatto segnare il sesto tempo (1’57”96) delle semifinali. Miglior crono dello statunitense Ryan Lochte, che un’ora prima aveva stampato in faccia al connazionale Michael Phelps il primo record mondiale dell’era post gommati nella finale dei 200 misti.

SEMIFINALI FEMMINILI 200 RANA – Chiara Boggiatto non è riuscita a qualificarsi per la finale dei 200 rana. La torinese ha chiuso la sua fatica con il crono di 2’28″14, sedicesimo tempo totale. “Ho provato ad umentare intensità – ha raccontato – ma sono finita fuori ritmo. Mi spiace, comunque la semifinale era l’obiettivo da raggiungere. La finale sarebbe stata un sogno che neanche col personale gommato avrei raggiunto”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *