Pallanuoto femminile: calendario e risultati dei Mondiali di Shanghai 2011

Dal 17 luglio al 29 luglio 2011 si terranno nel Natatorium dello Shanghai Oriental Sports Centre le partite del torneo di pallanuoto femminile dei Mondiali 2011 di Shanghai. Il programma prevede 16 squadre divise in quattro gironi e l’ormai usuale formula che promuove ai quarti di finale la prima classificata di ogni girone mentre seconda e terza disputeranno un ulteriore turno di play off (incrociato tra i gironi) per designare chi avanzerà.
L’Italia è inserita nel girone D con Cina, Cuba e Sudafrica. “La partita più importante della prima fase è certamente con la Cina il 21 luglio – ha dichiarato il CT Fabio Conti -. A meno di clamorose sorprese vi giungeremo a punteggio pieno e lo scontro diretto deciderà il primo posto del girone che significa un turno di riposo e qualificazione diretta ai quarti di finale. Nel caso perdessimo affronteremo un ottavo di finale difficile, contro la terza del girone C, ovvero Russia, Grecia o Spagna. La Cina rappresenterà lo spartiacque del nostro mondiale. L’abbiamo battuta in semifinale alla World League dopo aver perso nel girone eliminatorio e abbiamo pareggiato alla Canada Cup. Aver dimostrato di essere già alla pari con la Cina, padrona di casa e considerata tra le maggiori squadre accreditate alla vittoria finale insieme a Stati Uniti, Australia e Russia, ci rende orgogliosi”.
L’Italia affronterà i mondiali con le esordienti Aleksandra Cotti, Marta Colaiocco, Francesca Pomeri, Martina Savioli e Giulia Rambaldi Guidasci, con Allegra Lapi, che torna in azzurro in una manifestazione internazionale dopo sei anni, e con il portiere Giulia Gorlero, sempre seconda di Elena Gigli che questa volta potrebbe essere impiegata meno a causa dell’intervento chirurgico al menisco del ginocchio sinistro a cui è stata sottoposta il 1° giugno scorso. Completano il gruppo le leader Elisa Casanova e Teresa Frassinetti, Simona Abbate, Roberta Bianconi e Giulia Emmolo.

Calendario (ore italiane) e risultati dei Mondiali di Pallanuoto femminile di Shanghai:

Girone A
Classifica: 1. USA 5, 2. Olanda 4, 3. Ungheria 3, 4. Kazakistan 0
Girone B
Classifica: 1. Canada 6, 2. Australia 4, 3. Nuova Zelanda 2, 4. Uzbekistan 0
Girone C
Classifica: 1. Grecia 6, 2. Russia 4, 3. Spagna 2, 4. Brasile 0
Girone D
Classifica: 1. Italia 6, 2. Cina 4, 3. Cuba 0, 4. Sudafrica 0

Qualificazioni
Domenica 17 Luglio

(A) Olanda-USA 7-7 (Massimiliano Caputi arbitro)
(A) Kazakistan-Ungheria 6-21
(B) Australia-Canada 7-10
(B) Nuova Zelanda-Uzbekistan 19-6
(C) Brasile-Russia 4-15
(C) Grecia-Spagna 10-9
(D) Italia-Cuba 12-4
(D) Sudafrica-Cina 5-22

Martedì 19 Luglio
(B) Uzbekistan-Canada 6-22
(B) Australia-Nuova Zelanda 12-4
(C) Spagna-Russia 8-18
(C) Brasile-Grecia 8-11
(D) Italia-Sudafrica 18-2
(A) Ungheria-USA 7-16
(A) Olanda-Kazakistan 13-3
(D) Cina-Cuba 19-6

Giovedì 21 Luglio
(C) Brasile-Spagna 4-12
(C) Grecia-Russia 6-5
(D) Sudafrica-Cuba 9-9
(A) Olanda-Ungheria 9-9 (Massimiliano Caputi arbitro)
(A) Kazakistan-USA 4-14
(B) Australia-Uzbekistan 27-2
(B) Nuova Zelanda-Canada 4-11
(D) Italia-Cina 10-9

Sabato 23 Luglio
Semifinali 13°-16° posto
(25) 4A Kazakistan-4B Uzbekistan 14-13
(26) 4C Brasile-4D Sudafrica 10-9
Ottavi di finale
(27) 2A Olanda-3B Nuova Zelanda 14-6
(28) 3A Ungheria-2B Australia 9-10
(29) 2C Russia-3D Cuba 26-4
(30) 3C Spagna-2D Cina 6-15

Lunedì 25 Luglio
Finale 15° e 16° posto
Uzbekistan-Sudafrica 5-6
Finale 13° e 14° posto
Kazakistan-Brasile 9-5
Semifinali 9° posto
Nuova Zelanda-Cuba 10-11
Ungheria-Spagna 17-13
Quarti di finale
USA-Russia 7-9 (35)
Grecia-Olanda 12-10 (37)
Italia-Australia 14-12 dtr (38)
15:00-16:05 1B Canada-Cina (36)

Semifinali
Mercoledì 27 Luglio

Finali 9° e 11° posto
Nuova Zelanda-Spagna 7-15 (finale 11°/12°)
Cuba-Ungheria 7-12 (finale 9°/10°)
Semifinali 5° posto
Usa-Canada 8-4
Olanda-Australia 7-12
Semifinali 1° posto
Grecia-Italia 14-11
Russia-Cina 12-13

Finali
Venerdì 29 Luglio

Canada-Olanda 7-8 (7/8°posto)
Usa-Australia 5-10 (5/6°posto)
Russia-Italia 8-7 (3/4°posto)
Cina-Grecia 8-9 (1/2°posto)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *