Giro d’Italia 2011: 14° tappa, Lienz – Monte Zoncolan

Si corre oggi la quattordicesima tappa del Giro d’Italia 2011, con partenza da Lienz, capoluogo del distretto austriaco del Tirolo orientale, in Val Pusteria, e arrivo sul Monte Zoncolan in Friuli Venezia Giulia. Doveva essere la tappa dell’accoppiata tremenda Monte Crostis – Monte Zoncolan, ed invece ieri sera il presidente di giuria del Giro d’Italia, il belga Thierry Diederen, ha deciso di eliminare la salita e la discesa del Monte Crostis dal percorso. Negli ultimi giorni i direttori sportivi di molte squadre avevano fatto pressione sugli organizzatori e sull’Uci chiedendo con forza l’annullamento del passaggio dei corridori sulla discesa di circa 10 km nonostante il lavoro di messa in sicurezza della lunga discesa con materassi e reti di protezione. L’elemento decisivo, alla fine però è stato la ristrettezza della carreggiata che avrebbe impedito alle ammiraglie delle squadre di seguire i corridori su alcuni tratti della salita e per tutta la discesa.

Dal Tirolo dopo 30 km si ritorna in Italia, precisamente a San Candido in provincia di Bolzano. Da qui si percorre la Val di Sesto salendo al Passo di Monte Croce Comelico (1636 m) gran Premio della Montagna di terza categoria seguito del Passo di Sant Antonio (1476 m) sempre di terza categoria. Dopo aver superato il passo della Mauria (1298 m-2a cat.), altra salita non particolarmente dura, si entra in Friuli. A questo punto invece di scalare il Monte Crostis (1982 m-1a cat.), un salitone con pendenze costanti del 10% e con un picco finale quasi al 20%, il percorso prevede la salita del Tualis, un gpm di seconda categoria per raggiungere Ovaro da dove poi inizierà la salita finale al Monte Zoncolan (Arrivo-1730 m-1a cat.). Si tratta di una salita a dir poco terribile: in circa 10 km si passa dai 530 ai 1730 metri sul livello del mare. La pendenza media è del 12%, con tratti addirittura al 22%. I primi 2 km, con pendenze sul 10%, sono i più facili, poi dopo il paesino di Liaris la strada si impenna con dei dritti micidiali, pendenze che superano il 20%. Gli ultimi 2 km tornano ad essere un po’ più accessibili e sono caratterizzati da una serpentina e da 3 strettissime gallerie.
DIRETTA TV – Su Rai 3, alle 12.00, c’è Si Gira. Dalle 15.25 la corsa; a seguire il Processo alla tappa. La diretta televisiva su Rai Sport 1 inizia alle ore 12.00 e su Eurosport alle 14.00.

Commenti

  1. andrea scrive:

    Salve buona giornata a tutti!! Sono un fedele ciclista, volevo sottolineare di come stanno diventando noiosi con questa sicurezza, noi pedaliamo tutti i giorni in mezzo a macchine e camion, e quando c’è una corsa, non ci tiriamo indietro se il percorso è pericoloso. Tra l’altro spesso siamo senza una buona assistenza!! Sono diventati troppo “SIGNORINI” questi “PROFESSIONISTI”. I veri cilclisti di un tempo si rivolterebbero nella tomba se sapessero!!!!!!! Cmq un saluto e viva la bici!!!!!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Classifica Giro d'Italia 2012
1 RODRIGUEZ OLIVER Joaquin KAT
2 HESJEDAL Ryder GRM +17
3 TIRALONGO Paolo AST +32